Intervista a Federica Rossi

Oggi 3 luglio 2015 intervisto una delle tre giocatrici della rosa italiana vincitrice del girone di qualificazione under 14 femminile della Summer Cup, FEDERICA ROSSI.

All'attuale n° 39 della classifica europea under 14 femminile

D: I tuoi inizi con il tennis a che età, con chi e dove?
R: Ho iniziato a giocare a tennis all'età di 6 anni per sbaglio perché i miei genitori non sapevano dove "parcheggiarmi" nel periodo estivo. Mi portarono al centro estivo del circolo vicino a casa e il maestro che mi mise la prima racchetta in mano fu Orlando Salomoni che ho lasciato all'età di 10 anni per allenarmi con il mio attuale allenatore Fausto Scolari.

D: I tuoi punti di forza?
R: I miei punti di forza sono che gioco a tutto campo e che vario molto i colpi (qualità che si vedono poco nel tennis femminile), e mi piace molto giocare al volo.

D: Punti su cui ti senti di dover ancora lavorare molto?
R: Devo migliorare molto l'aspetto mentale, parte di me che sento più debole mentre i miei colpi mi piacciono tutti.

D: Dove vuoi arrivare?
R: Il mio obiettivo è diventare una giocatrice professionista, entro le 100 posizioni della classifica WTA, migliorando match dopo match. Entro due, massimo tre anni, vorrei iniziare a giocare, oltre ai tornei juniores internazionali, anche dei tornei ITF.

D: Il tuo idolo?
R: Roger Federer per il suo atteggiamento, il suo carattere, il suo gioco in cui mi rispecchio come tipologia di giocatrice (a tutto campo) e la sua sensibilità di tocco della palla. Adoro la sua sportività.

D: Come ti sembrano il torneo, la città e il circolo?
R: La città, purtroppo, non sono riuscita a visitarla, il torneo è stato organizzato molto bene e mi sono sentita a mio agio perché fin dal primo giorno lo staff ha dimostrato grande disponibilità, nel circolo si respira una buona atmosfera e, cosa per noi molto importante, i campi sono tenuti molto bene.

I commenti sono chiusi